La storia del Delfino dal 1980 ad oggi.

- 1980:   Tutto inizia nel 1980, quando Taddeo Poli, ragazzo allora ventenne, decide di dilettarsi nella costruzione di una prima macchinina della carrera, dalla meccanica di base e forme semplici. Questo fu reso possibile dalla sponsorizzazione principale,...e unica, del noto fotografo castellano Zaniboni. Da qui prende forma il primo team guidato da Poli e Zaniboni, il Team Fotozeta.

- 1985: Il Team Fotozeta continua a provarci. Taddeo ha già costruito 3 diverse macchine, e sta pensando ad una sesta, che puntualmente arriva nel 1985. Questa macchina presenta i segni di uno sviluppo tecnico non da poco, con campanatura delle ruote e forma molto aerodinamica. La livrea oltre ai colori abituali del team fotozeta (bianco e giallo), presenta qualche scorcio blu, e il nome Delfino incomincia a sollevarsi nel centro castellano. 

-1986: Il 1986 è un anno molto importante per l'ormai nuovo Team Delfino. Il team si ingrandisce sia sul lato dell'equipaggio, che dal lato tecnico. Arrivano nuove possibilità economiche con l'aggiunta di qualche sponsor d'eccezione, e così il Delfino incomincia a capire di poter avere le possibilità per provare a fare una Carrera di alto livello.  Il 1986 porta il Delfino a partire al 6 posto in centro, mentre gia l'anno successivo, il 1987 il Delfino si piazza in prima fila, al secondo posto accanto alla blasonata Nera.

 

-1987: L'amaro in bocca. Dopo un anno di sacrifici da parte del team, il quale credeva seriamente di poter ottenere dei buonissimi risultati, tutto viene confermato il giorno delle qualifiche. Per la Coppa Terme si qualifica secondo, cosi come per il Centro storico. Prima Fila. Un Successo.  

Il giorno della Gara purtroppo durante la gara del mattino il delfino si trova in prima posizione, con la coppia Canè-Cadei a guidare tutto il gruppone, La nera ha il muso appaiato alla ruota posteriore del delfino, e per un qualche movimento involontario di un pilota o dell'altro si toccano, e il delfino finisce sul marciapiede rompendo completamente la macchinina, e rischiando di rompere completamente anche il suo spingitore Cadei il quale cade rovinosamente fuori dalla macchinina nell' impatto. A Causa dei Danni subiti La macchinina non potra presentarsi per la gara del pomeriggio e dunque la casella numero 2, in prima fila rimarrà vuota.

 

-1988: Linverno 1987-1988 è da coltello in mezzo ai denti. Taddeo riaprte da subito a costruzire una nuova macchina, mettendo in pratica ciò che aveva imparato fino a quel momento. Ne esce un gioiello. Una macchinina con un ottima aerodinamica e ottima scorrevolezza. Al mattino si piazza terza, e al pomeriggio seconda in griglia. 

La gara della seconda domenica di settembre ha tenuto tutti col fiato sospeso fino al traguardo. Nera e Delfino si sono dati battaglia per entrambi i giri, e alla fine ne ha avuto la meglio il Delfino, vincendo proprio negli ultimi metri disponibili. Una vittoria che vale l' amaro dell anno passato e spinge i ragazzi a proseguire in questo loro percorso!

-1990: Altra macchina nuova per Taddeo, con la quale spera di insidiare una fortissima Rondine. E così fu. Un anno in cui tutti i team subirono la forza della Rondine, il Delfino riusci a rimanere al gioco, gareggiando in entrambe le gare al massimo delle sue possibilità. Una coppa Terme a Tandem, con Rondine e Delfino appaiati fino letteralemnete al traguardo, con vittoria della Rondine su lancio finale, e una gara in centro identica. 

-1991-1992: Il Delfino continua a macinare podi. Il team di spinta è fortissimo e nel 1992 stabilisce il record per essere il primo team ad andare sotto il muro dei 2' 30''. 

Si cerca instancabilmente una seconda vittoria.

-1993: Taddeo, non stanco, esce con un'altra macchinina. Qui gioca molto su aerodinamica, ammortizzazione, ruote, e la macchina sembra quasi un azzardo. Non si comporta benissimo per le terme con un umile settimo posto, ma decisamente differente al pomeriggio. Secondo posto in griglia e secondo all'arrivo della gara. Da questa gara è diventato famoso l'urlo di Silvano Casacci sul podio "Bsta Secondi!"

-1994: Anno di svolta nel Team Delfino. Dopo 8 anni insieme il team si sfalda. Si cambiano praticamente tutti gli spingitori ed anche il pilota. Rimane invariato solamente il team tecnico, sempre con Taddeo a comando. Si è costretti a ripartire dai giovani, in un anno in cui la Carrera vede grandissimi cambiamenti in griglia. Nasce l'Airone, L'albatros, altri team minori,.. Cambia il regolamento e insomma, la Carrera cambia. Quest' anno si conclude con 2 ritiri per il team. Al mattino causa un incidente e al pomeriggio per un errore del team.

-1995: La Carrera è cambiata. Nuovi materiali come la fibra di carbonio entrano a far parte del circus, nuovi sviluppi tecnici che lasciano a bocca aperta anche gli lingegneri più incalliti. La Nera si presenta conuna macchinina dell altro mondo, l'Albatros con un mezzo ultraleggero e l'Airone incomincia a diventare una forza. Ma il Delfino resuscita e con un team molto giovane si piazza in seconda fila con il quarto posto, e in gara lo mantiene fino alla fine, facendo felice un Taddeo quasi incredulo.

 

-1996-1997-1998: Taddeo decide di giocarsi la sua ultima cartuccia. Lavorando duramente con il suo team, nel 1996 esce con una nuova creazione, decisamente innovativa, il così denominato "Ragno". Una macchinina con un fulcro centrale dove si concentrava l'amortizzazione, e da dove partivano i 4 Braccetti. Un'azzardo, che però sembra pagare bene. Nel 1996 la macchinina aveva dei discreti tempi di bassa, ma i tempi sul giro erano lontani dalle prime due file. 

Così, con questi ultimi tre anni nel cercare di sviluppare un'azzardo tecnologico che bene aveva fatto sperare inizialemetne, si conclude la storia del Delfino, con Taddeo e soci che decidono di appendere gli attrezzi al chiodo, ma non in via definitiva...

 

-2013: Dopo quindici anni di pausa, Sandro e Taddeo decidono di rientrare nel circus carreristico, avendo visto in un giovanissimo Team Drillo le giuste potenzialità per provare a concretizzare qualcosa di serio. Nasce così una fusione tra i due team, il Delfino Team Drillo, che alla prima apparizione sul pavè conquista la seconda fila nonchè quarto posto in griglia. Non serviva nient' altro ai due amici di una vita per decidere di continuare con questa nuova avventura.

 

-2014: Nuova macchina per il Delfino, in alluminio per limitare i costi ma le prestazioni sembrano arrivare. Durante le prime prove libere i ragazzi abbassano di quasi due secondi il crono dell anno precedente, facendo sperare non bene, di più! Poi, la sfortuna ha colpito il team provocando diversi infortuni e non sicuramente i risultati aspettati.

 

-2015-2016-2017-2018: Il Team continua a crescere, e anche gli sviluppi tecnologici. Nel 2016 purtroppo si esce di scena causa un incidente con l'ovetto, mentre nel 2017 si centra nuovamente il quarto posto all'arrivo. 

 

-2019: ...... 

© 2023 by Name of Site. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now